Mirror, Mirror
di Cara Delevingne
Red, Leo, Naima e Rose. Quattro ragazzi diversi ma uniti da un’unica passione: la musica. È stata la musica a renderli non solo una band, i Mirror Mirror, ma anche una famiglia. Inseparabili. Almeno fino al giorno in cui Naima è scomparsa nel nulla e la polizia l’ha ritrovata in condizioni disperate sulle rive del Tamigi. Da quel momento niente è più stato come prima: uno specchio si è rotto e un pezzo si è perso per sempre nelle vite di Red, Leo e Rose. Perché Naima era la più solare di tutti, l’amica migliore del mondo.
4 recensioni
15 voti
Sara M.
05/10/2017 15:01:50
Recensore livello: base
Recensioni fatte: 2
Mi piace ottenuti: 1
“un libro con un percorso importante”
La dedica con cui Cara Delevingne apre il suo romanzo mi ha illuminato il cuore. Si intravede il dolore, la pazienza e la determinazione nel voler diventare qualcuno pur partendo da zero. I personaggi sono costruiti magistralmente, mi sono innamorata di loro quattro come se fossero un unico pacchetto. E forse è proprio così. Leo è un bel ragazzo, figo, ormai ha anche messo la testa a posto, insomma il re del ballo. La sua reginetta potrebbe essere Rose, forte, determinata, popolare, una bella ragazza e sa di esserlo, schietta sincera e come li definirebbe Red sono insieme a Leo la versione punk di una coppia di adolescenti "normali". Red ha i capelli rasati color carota, si veste come un boscaiolo (t-shirt bianca e camicia a quadri sono il suo must) ed è l'anima del gruppo. Insieme a Naomi sono una bella coppia di nerd. Naomi infatti si nasconde dietro i suoi occhiali ed è forte e sicura di se... almeno è quello che tutti credono, ma ne siamo veramente certi? La narrazione parte subito fluida e scorrevole, la scomparsa di Naomi porta subito i suoi tre amici Red, Leo e Rose a domandarsi perchè sia voluta sparire nel nulla, senza dire a nessuno dove sia e senza il suo cellulare i suoi effetti personali. La polizia la sta cercando, ma mano a mano che passa il tempo la speranza di rintracciarla un po' si affievolisce e i tre ragazzi, con l'appoggio della scuola e della famiglia di Naomi organizzano un concerto per lei, per non permettere alle persone di dimenticarla. Perchè se qualcuno ci dimentica è come se non fossimo mai esistiti. Ho amato la scrittura fluida e dettagliata, le descrizioni accurate sulle personalità dei personaggi, senza mai sminuirli, mostrandomi sempre una parte della medaglia di ognuno, ed il bello è che non mi sono mai permessa di giudicarli, anche se le loro azioni potevano essere non proprio giuste, rendendoli sempre accattivanti e mai banali, rendendo questo libro una lettura piacevole e appassionante. Sono riuscita ad entrare nella testa di ognuno di loro quattro, pur vedendo le situazioni dal punto di vista di Red. Questi quattro ragazzi mi sono entrati dentro il cuore, mi hanno appassionato ognuno con la propria personalità, ognuno perso nei suoi problemi, nella propria famiglia e devoto agli amici della band. Ci racconta delle divertenti realtà in cui apparire sui social è più importante di come siamo in realtà, di ciò che si scrive postandolo è più veritiero di ciò che ci diciamo a voce, di come comunichiamo scrivendo sulla tastiera dello smartphone e non usando la voce. Una lettura che fa riflettere, che ha riportato a galla molti ricordi su come è vivere l'adolescenza, senza una famiglia che ti sostiene, cercando di piacerti per come ti vogliono gli altri. Il percorso dell'accettazione è solitamento lungo e doloroso, ma quando, alla fine riesci ad accettare te stesso, come per magia, piano piano ce la faranno anche gli altri. Non devi avere paura di dimostrare chi sei. Il profondo legame che i quattro protagonisti hanno tra loro è da ammirare, spero che un giorno tutti possano avere quel tipo di amore e rispetto per quello che si è veramente, senza finzioni, da parte degli altri. Le vicende si svolgono velocemente, non mi sono mai annoiata, non vedevo l'ora di capire cosa fosse successo a Naomi. Quella ragazza simpatica, silenziosa e nerd che i suoi amici amavano e rispettavano. Lei che tre settimane prima della scomparsa aveva cambiato i suoi modi di vestire e truccarsi, che non avrebbe mai lasciato la sua famiglia ed i suoi amici per scappare. Ti tiene con il fiato sospeso fino all'ultimo, a circa metà della narrazione mi ha sorpreso (credo di aver urlato "COSA?"), questo libro è riuscito a sorprendermi veramente e mi ha dato conferma di quanto sia importante avere dei legami d'amicizia e di quanto vogliamo che la nostra famiglia ci accetti, ci faccia da scudo e ci protegga . Questo è un libro con un percorso importante, parla di amicizia, d'amore, di tormento, della ricerca di una persona a cui vuoi bene e della ricerca di noi stessi, di rinunce e di notti divertenti, fino alla fine in cui il percorso è redenzione e perdono. Sicuramente è uno dei libri che più mi ha colpito quest'anno. Un libro adolescenziale che dovrebbero leggere tutti, indipendentemente dall'età. Sara.
Salvatore
22/11/2017 18:14:47
Recensore livello: base
Recensioni fatte: 2
Mi piace ottenuti: 0
“Lettura sorprendente”
Mirror, Mirror si è rivelato il libro migliore del ultimo periodo. Ha saputo sviscerare l'adolescente che è in me. Mi ha fatto ricordare di quei periodi. Cara ha saputo destreggiarsi molto egregiamente nella scrittura: dura, appassionante e senza peli sulla lingua. Uno di quei libri che ti fanno capire che nella realtà devi essere semplicemente tu, senza timore di nascondersi. Nai,Red,Rose e Leo sono i nuovi amici che ho incontrato e che spero di leggere presto altre loro avventure.
ilregnodeilibri
22/02/2018 22:01:12
Recensore livello: base
Recensioni fatte: 1
Mi piace ottenuti: 0
“il perorso dell' adolescenza”
questo libro mi ha fatta rivivere la mia adolescenza... vengono trattati temi come l alcolismo, le droghe, l amicizia. l amore, rapporto genitori-figli, l uso di internet ecc. temi molto attuali per questo lo consiglierei come lettura nelle scuole... fa riflettere molto e da metà libro in poi la storia si fa davvero intrigante che si legge d un fiato. lo consiglio!
Nevaeh
12/04/2018 10:19:30
Recensore livello: base
Recensioni fatte: 2
Mi piace ottenuti: 0
“Mirror, Mirror è TUTTO”
Woah. Non ho idea da dove cominciare. Partiamo dal mio scetticismo elevato ai massimi livelli. Ho preso in mano questo libro pensando Ecco qui un'altra ciofeca, parandomi dietro al muro secondo cui Cara Delevingne è una modella – attrice e come tale non può pure essere una brava autrice. Ecco, lasciatemi perdere. Io quel muro l'ho abbattuto ed è stata proprio Cara a farmelo buttar giu. Certo c'è sempre anche Rowan Coleman al suo fianco ma, conoscendo il tipo di persona che è Cara – da quel che fa vedere, mi vien da pensare che le idee siano tutta farina del suo sacco e la Coleman l'ha aiutata a trasformare queste sue ottime idee in un Romanzo con la R maiuscolaenormegiganterrima. Divorato in due giorni, pieno zeppo di colpi di scena, di momenti che vi faranno sorridere e altri che – come dico io – vi faranno "sudare" gli occhi, questo è un libro che va letto, elaborato e studiato. È uno di quei libri la cui lettura dovrebbe essere resa obbligatoria nelle scuole, da 15 anni in su. Troviamo di tutto, e quando dico tutto, intendo TUTTO. Non è una storia di amore. Non è una storia di violenza. Non è una storia di amicizia. Non è una storia di bullismo. È T U T T O. Uno degli argomenti su cui Cara si sofferma e si capisce che ha profondamente a cuore è l'accettazione del sé. " Mostrare la propria vera natura è sempre la cosa giusta ". E i protagonisti di questo romanzo si ritrovano in enorme difficoltà nell'affrontare questo momento unico della loro vita, quello in cui cominciamo a capire cosa ci piace, cosa non ci piace e quello in cui vogliamo che gli altri ci accettino per quello che siamo. È quella fase della vita in cui abbiamo paura del giudizio dei nostri amici, di non essere amati dai nostri genitori per il nostro modo di essere. È il momento in cui una sola parola può ferirci mortalmente e abbiamo la sensazione di non essere ascoltati abbastanza. " Se nessuno vi ascolta, gridate finché non lo faranno. Tutti meritano una voce." Questo libro vuole essere un monito anche per i genitori che, al giorno d'oggi, riescono talvolta ad essere più superficiali dei figli. Non riescono a capire le loro difficoltà e quando se ne rendono conto c'è il pericolo che sia troppo tardi. Non vi ho ancora parlato dei protagonisti. Red, Rose, Leo e Naomi sono i membri di una band, i Mirror, Mirror. Un giorno qualcosa di terribile accade: Naomi scompare e quando la ritrovano, settimane dopo, è in fin di vita. Privi dell'aiuto di figure adulte, se non del professore di musica, i tre ragazzi tentano di capire cos'è successo alla loro amica. Ed è attorno a questo mistero che vorticano tutte le emozioni di cui vi ho parlato prima. I 16 anni sono un momento difficile per molti di noi. Non siamo più bambini, ma non siamo nemmeno adulti. È un periodo che si chiama adolescenza o anche quella bastarda di un'adolescenza. In questo romanzo le difficoltà dei protagonisti dovute alla loro età, alla situazione famigliare, non potevano essere raccontate meglio e sono davvero felice di essere ancora adesso – a lettura ultimata – stupefatta da questo libro. Quindi cosa vi devo dire se non di comprarlo e farlo vostro? Ecco, posso dirvi pure di regalarlo. A tutti, a prescindere. "Normale" ha il significato che ognuno gli attribuisce.

CLASSIFICA

I libri più votati
I libri più recensiti
La cover più votata
Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti
e torna presto a trovarci!

Stay Tuned!
  • “Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà.”
    Italo Calvino
  • Capisci di aver letto un buon libro quando giri l’ultima pagina e ti senti come se avessi perso un amico.
    Paul Sweeney
  • Leggere  un libro, per me è questa l’esplorazione dell’universo.
    Marguerite Duras
  • Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.
    Virginia Woolf